rugby


Vai ai contenuti

STORIA

SOCIETA

NOSTRI PRIMI PASSI

Correva l'anno 2005, un gruppo di genitori tra cui il sottoscritto, si è impegnato a creare a Zogno (piccolo comune della Valle Brembana) una realtà sportiva di rugby, collegata alla Rugby Bergamo e rivolta a ragazzi/e di età compresa tra i 7 e i 13 anni.

Obiettivo principale: cercare di dare una risposta al disagio giovanile che purtroppo oggi risulta sempre essere più diffuso. Perché proprio il rugby? Innanzitutto, perché riteniamo che il rugby sia una vera e propria scuola di vita.

Gli elementi che contraddistinguono questo sport sono la fatica, la determinazione, la conquista, il possesso della palla, il sostegno ai compagni, l'intuizione e la meta. Ma soprattutto, è uno sport che educa al rispetto delle regole, al gioco di squadra e al rispetto degli avversari, indispensabili per giocare e quindi, divertirsi.

Far appassionare tanti ragazzi allo sport in generale e al rugby in particolare è il nostro obiettivo; riuscire a coinvolgere anche i bambini più timorosi e insicuri e vederli poi correre sicuri e decisi per il campo, conferma che il rugby riesce a formare i nostri ragazzi sia dal punto fisico che umano!

In qualità di genitori, riteniamo che lo sport debba avere una funzione prevalentemente educativa, un'attività che prepari i ragazzi a crescere sani e sopratutto a diventare "uomini". Per questo sosteniamo la scelta dei nostri figli nella pratica del rugby.

Il nostro scopo principale non è quello di perseguire risultati agonistici, ma riuscire a trasmettere valori, sociali ed esistenziali, alle nuove generazioni.

Quest'anno superando notevoli difficoltà siamo riusciti a costituire una società indipendente, denominata "RUGBY ZOGNO VALBREMBANA".


Un sogno sino a qualche mese fa!

Zogno, settembre 2008. - Il Presidente Luca Quaglia

.

.


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu